Olio di Palma 2


[Total: 5]

E’ tutto vero quello che si dice sull’Olio di Palma? Cosa c’è dietro tanto clamore mediatico?

olio di palma

Olio di Palma: miti e leggende

Ma fa davvero male l’Olio di Palma?, o si tratta solo di business?

Non di rado mi capita di imbattermi in amici e parenti al supermercato, o in farmacia, alle prese con l’acquisto di biscotti per la colazione o di prodotti a più largo consumo.

E la domanda è sempre la stessa: sulla confezione c’è scritto senza olio di palma, ma fa davvero così male?

Il tanto chiacchierato olio di palma è l’olio vegetale più usato nell’industria alimentare. Il suo impiego prevede la sostituzione dei grassi vegetali idrogenati.

le palme

Da dove si estrae

Si estrae dalla polpa dei frutti della palma, dopodiché viene sottoposto ad un processo di raffinazione per renderlo idoneo all’utilizzo.

E’ meno costoso dell’olio di oliva, quindi più conveniente, è inodore e insapore conferendo proprietà organolettiche ideali per la sua più diffusa destinazione.

cremosità degli oli vegetali

Perché usiamo l’olio di palma

Adoperiamo l’olio di palma poiché rende i cibi croccanti e cremosi, e ne consente una migliore conservazione.

L’industria alimentare, nel nostro Paese, adopera circa il 21% dell’olio di palma importato in Italia. E si trova, almeno sino a poco tempo fa in svariati prodotti ad uso alimentare.

Gli oli delle palme appartengono alla categoria dei Grassi Saturi, come il burro, e quindi i danni che può causare un consumo smoderato dei prodotti che lo contengono non sono di gran lunga più gravi di quelli che già conosciamo.

Tra i tanti ci sono:

  • aumento dei valori di colesterolo,
  • accrescimento dei trigliceridi nel sangue,
  • nonché una maggiore predisposizione a patologie cardiovascolari.

La demonizzazione

Il motivo per cui questo composto è stato così demonizzato risiede in una pubblicazione da parte dell’EFSA, l’Agenzia europea per la sicurezza alimentare, sulla pericolosità del 3-MCPD, 3-monocloropropandiolo.

E’ un glicidil estere che si sviluppa durante il processo di raffinazione industriale dei grassi e degli oli ad alte temperature.

E’ stato, infatti, osservato che nel corpo umano i glicidil esteri si trasformano in glicidolo; questi composti, in dosi elevate, provocano danni ai reni e possono causare anche tumori.

Da qui l’allarmismo nella maggior parte dei consumatori che cercano ormai di evitare completamente l’acquisto di prodotti contenenti olio della palma.

I livelli consentiti relativi al consumo di grassi saturi, in generale, non devono superare il 10% del fabbisogno energetico quotidiano, così da non risultare dannosi per l’organismo.

olio di oliva

A tal proposito, comunque, è importante sottolineare l’introduzione nella propria dieta di altri grassi, gli Acidi grassi insaturi, i grassi buoni, presenti nel pesce, nei semi oleosi e nell’olio d’oliva.

A tali oli è stata riconosciuta una lunga serie di effetti benefici per l’organismo, ascrivibili alle loro proprietà antiossidanti e antitumorali.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 commenti su “Olio di Palma

    • Paola

      Buonasera Emanuela,
      Non è la nutella in sé a fare male, ma il suo contenuto. Dalle analasi condotte in laboratorio è risultato che la famosa crema spalmabile contiene solo il 13% di nocciole e circa un quinto di essa è grasso puro. In tali concentrazioni, l’olio di palma, o meglio gli acidi grassi che si formano durante il processo di riscaldamento e lavorazione sono potenzialmente dannosi per l’organismo.
      Per non parlare della quantità di zuccheri raffinati e di aromi artificiali che contiene.
      Per questi motivi, la nutella ha un valore nutrizionale quasi nullo ed è uno dei prodotti più calorici presenti sul mercato.
      Io preferisco le creme fatte in casa.
      Un saluto,
      PA